Kolomenskoe di notte – Estratto

Quanto un sorriso poteva spaventare un ragazzo che non aveva paura neanche delle pistole puntate alla testa? Tanto. Da una pistola lui sapeva difendersi, da un
sorriso no. Non da quello di Emma.
Evitava gli incontri e le casualità.

Al Kolomenskoe di notte si era sentito in colpa perché lei voleva concederglisi, ma lui non poteva offrigli nient’altro che un amore freddo come la notte. E non voleva questo per lei. Prima di fare qualsiasi mossa, voleva provare a risvegliare la sua coscienza, debole e malnutrita, ma, come accade a tutti gli anoressici, quella coscienza era stanca e assonnata.

#affetti #amore #emozioni #nudità #ricordi #sentimenti amcizia amicizia amore analisi arteculinaria autunno bookblogger books cinema clown colori cucina dolci emotività emozioni esperienze esperienzepersonali famiglia fiori incubi intervista legami leggere lettere libri novità passato paure pensieri petali primavera rabbia raccontarsi ricordi riflessioni scrittura scrivere sentimenti storiedidonne

Pubblicato da Maria Capasso

Autrice e blogger.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: