Troppo sensibile

Sensibilità. Un semplice sostantivo? No, non credo. Ogni giorno ci ritroviamo a raccogliere pezzi della nostra sensibilità che vengono calpestai, derisi, come se la sensibilità fosse fuori moda, non passo coi tempi.

Sembra non esserci più posto per i sensibili.

Sembra non essere più all’altezza dei tempi.

Sembri provenire da un pianeta lontano perché chiedi “per piacere” e ringrazi anche per un bicchiere d’acqua – anche a chi conosci da una vita, perché obliteri il biglietto, attraversi sulle strisce pedonali, parcheggi dove non vuoi creare disagi… e…e…

… E ti senti a disagio. Solo perché sei troppo sensibile.

Come se fosse una colpa. Come se fosse un difetto genetico e non puoi farci nulla.

Eppure c’è chi vede tanta bellezza in tutta quella sensibilità. Ma…sei troppo impegnata a denigrarti e chiuderti a riccio nelle tue inutili vergogne.

© –lemienottibianche

Tutti i diritti sono riservati.

Fonte delle immagini: Pinterest.

Pubblicato da Maria Capasso

Autrice e blogger.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: